Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Bitch Better Have My Money - Rihanna - Testo e traduzione

Rihanna come il gatto e la volpe? Ricordate il gatto e la volpe di Bennato? Era una canzone dedicata ai produttori che lo hanno fregato. Anche il Vincenzo che Alberto Fortis voleva ammazzare era un produttore che lo aveva fregato. Ci sono un sacco di canzoni pop che dietro ai loro testi nascondono minacce, o semplice ribrezzo, verso i produttori musicali. Ecco a chi è destinata la canzone: anche Rihanna ha fatto un testo che grida vendetta verso un qualche produttore musicale. Ma, naturalmente, lo ha fatto a modo suo. Rap duro e volgare! Il linguaggio è in puro stile rapper: volgare, diretto e pieno di slang: "better you have my money bich", ovvero, meglio che tu abbia i miei soldi tro... Efficace. Ci sono altre minacce, del tipo: "dammi i miei soldi o chiamo gli spari", oppure "c'è tua moglie nel sedile posteriore della mia auto (sequestrata immagino)". Forse la sfumatura più interessante è quando dice "non credere che io abbia dimenticato"…

Sono innocente ma - Vasco Rossi

Vasco Rossi ritorna ai tempi di Nessun pericolo per te. E si ritorna indietro di 20 anni, al Blasco degli anni '90. Rock puro, energia e soprattutto rabbia! Tanta rabbia e voglia di combattere! Impossibile, ascoltando questo brano, non ripensare a "un gran bel film", per ritmo, cadenza, voce e testo! L'esame di coscienza di Vasco È il Vasco che torna sul solito tema: la gente che lo giudica e rispetto alla quale lui è sempre stato insofferente! Sono innocente ma... la gente continua ad accusarmi.  Un testo già sentito? La ripetizione dei soliti temi (rispetto alla quale ho già contestato il cantautore di Zocca)? No, in realtà qua si percepisce la maturità. Si vede l'ultimo passaggio di quelle che io considero le tre fasi dell'artista. Il prima è quella di nessun pericolo per te, in cui reagisce alle accuse dicendo: "solo io sono responsabile di me stesso e tu non mi puoi giudicare, sto facendo del male solo a me stesso", un po' come fanno tutti…

L'avvelenata - Francesco Guccini

Guccini e il Bertoncelli che spara cazzate! Trattasi di una canzone un po' anomala nel repertorio del grande cantautore di Pavana, ma che è entrata da subito tra le preferite dai suoi fans. La genesi della canzone è alquanto originale: Francesco non la aveva inserita in nessun disco, ma aveva cominciato a cantarla per scherzo ai concerti. Fu il misterioso "Bertoncelli" a venirne a conoscenza e a convincere il cantautore ad inciderla su di un LP. Fu sempre il critico musicale ad invitarlo a non togliere il riferimento alla sua persona dal testo della canzone. E fece bene, per anni generazioni di ascoltatori si sono domandati chi fosse questo fantomatico "bertoncelli", aumentando ancor di più la popolarità e la curiosità verso questo originale pezzo. Una volta inciso Guccini si è rifiutato per anni di cantarla ai concerti, così come rifiutava di cantare Eskimo, fino alla turnee "d'amore, di morte e di altre sciocchezze", in cui ha finalmente dato a…

Cosa avevi in mente - Antonello Venditti

Cosa avevi in mente: una canzone giovane. A quasi 66 anni il cantautore Antonello Venditti esce con un nuovo singolo, dal titolo "cosa avevi in mente", prequel di quello che sarà il nuovo album, dal titolo "Tortuga". La cosa che subito impressiona, ascoltando questo pezzo, è la voce e la grinta dell'autore, il quale non ha nulla da invidiare ai giovanotti di oggi. Altri, come lui, col tempo hanno raffinato la loro tecnica, ma la loro voce è cambiata, magari diventando anche migliore, più matura, ma nessuno come lui la ha mantenuta giovane ed energica. Il testo di questo brano è diventato più introspettivo, più attento al passato, o meglio, al presente come conseguenza delle scelte del passato. Eppure non sa ne di nostalgico, ne di stantio! Anche il sound è roccheggiante, e come grinta da 10 a zero alle mummiette della scuola "de Filippi". Sembra che l'autore romano abbia deciso di non finire mai di regalare grande musica ai suoi fans.

Gli Immortali - Jovanotti

Lorenzo torna alle origini Ecco il primo estratto dal nuovo album di Jovanotti, che si chiama appunto Jovanotti 2015 cc. Si ritorna al vecchio stile, quando gli LP prendevano il nome di Lorenzo 1992 e Lorenzo 1994. Il nome d'arte è comunque rimasto, per buona pace di Lorenzo Cherubini o Gino Latino (ve lo ricordate vero?). Si ritorna a Tempo e Lorenzo 1994. Il richiamo va effettivamente a Lorenzo 1994 e alla canzone "tempo". Fu un tormentone, che durò forse un'anno. La frase a cui si richiama è "se riuscirai a sopravvivere lontano dal branco e non c'è noia e non sarai mai stanco". Chi sono gli immortali? Quelli che sono cresciuti senza diventare grandi, che hanno ancora voglia di scoprire il mondo, di giocare, di divertirsi, di vivere insomma. Certo, perchè anche Lorenzo a 30 anni si poneva il dubbio: diventerò vecchio anch'io? No, voglio rimanere giovane e continuare a ballare per sempre, anche se gli altri invecchieranno, diventeranno adulti e pe…